domenica, 19 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

La notte della Madonna: le voci della festa palermitana…

Eventi e CulturaLa notte della Madonna: le voci della festa palermitana...

Qualcuno riconoscerà certe "voci", altri forse no. In ogni caso ci è sembrato un modo originale per augurare a voi e alle vostre famiglie tanti auguri per l'inizio ufficiale di queste feste natalizie

“Ma picchì un ci calasti l’assu, era un bellu cappuotto. Non l’avevo capito che eri tu il compagno. Ma come no, mi hai trovato coperto e pure di mano, ci mancava solo il 6”.

“Francoooo, non mi pare il caso che ve la fate a solo in cucina cu sta gran camurria di briscola in 5, venite in salone che i bambini vogliono giocare a tombola prima di andare a letto”.

“Toti, apri il panettone che si sta facendo tardi. Ma il caffè è stato fatto? Viri ca c’è puru u buccellatu”.

“Con tutto chiddu ca manciamu puru u buccellatu? Sfincione, cardi, broccoli e cacuoccioli in pastella, Poi stanuotte chianci ca ti sienti male?”. “Fammi manciari, Natale viene una volta l’anno. Piuttosto, u turruni u purtasti?”.

“Ma una mano di Bacarà non ce la dobbiamo fare? M’abbuttó a giocare a piattino. Oppure facciamo un sette e mezzo”.

“A nonna voli iucari al mercante in fiera”.

“E certo, non compra mai carte e vince sempre. A mia invece mi capita sempre il lattante”.

“11, l’asti r’un salataru. 77, gambe di donna. 31, morto che parla, 51, scacci i pulci a uno a uno… “.

“Ma è pandoro o panettone? Non lo mangio io, ci sono i canditi”. “Rosa, nesci lo sciampagn”.

“Piattino!”. “Due di spade, paga il piatto!!!”

“Piattino io”. Minchia ru culu, sempri iddu vinci? “.

“Ma un vi siddia a pigghiari sempre riscussiuni a buatri rui? Sa sarbanu sempre iurnata ri fiesta”.

“Auguri, auguri a tutti, buona Immacolata”.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI