venerdì, 5 Aprile 2024

Comune di Palermo si dissocia dal Pride. M5S: “Diritti mai divisivi”

PoliticaComune di Palermo si dissocia dal Pride. M5S: "Diritti mai divisivi"

Il riferimento della Senatrice Dolores Bevilacqua è alla decisione della maggioranza di bocciare la richiesta dell’opposizione di adesione al prossimo Pride di Palermo del 22 giugno

“Da cittadina palermitana resto sgomenta davanti alla decisione del Consiglio Comunale di Palermo di dissociarsi dal Pride di quest’anno. Il Pride non è solo un evento celebrativo, ma una manifestazione cruciale per promuovere l’uguaglianza e il rispetto dei diritti umani per tutte le persone, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o identità di genere”. A dichiararlo è la senatrice palermitana del Movimento 5 Stelle, Dolores Bevilacqua.

“La sua importanza non può essere sottovalutata – prosegue – soprattutto in un momento storico in cui l’omofobia e la discriminazione sono ancora purtroppo diffuse. La decisione del Consiglio Comunale di Palermo di respingere l’ordine del giorno su questo tema è un chiaro segnale di arretratezza e mancanza di sensibilità verso le comunità LGBTQ+. Questo atto non solo ignora la necessità di combattere la discriminazione e promuovere l’inclusione, ma rappresenta anche un passo indietro nei progressi verso una società più equa e rispettosa. Chiediamo al Consiglio Comunale di Palermo – continua la senatrice – di riflettere sulle implicazioni di questa decisione e di agire con tempestività per riparare a questo errore. L’uguaglianza non è negoziabile e non possiamo permettere che tali atti discriminatori passino inosservati. I diritti non sono mai divisivi – conclude Dolores Bevilacqua – checché ne dicano FdI e la maggioranza del sindaco Lagalla, che sul tema ha sempre rivendicato una sensibilità diversa e che al momento non risulta essersi espresso”.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI