domenica, 19 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Palermo, un punticino piccolo piccolo da Cosenza

CalcioPalermo, un punticino piccolo piccolo da Cosenza

Per i rosanero solo un pareggio contro i silani

Non va oltre il pareggio al San Vito Marulla di Cosenza il Palermo di Mignani. Una partita che non ha di certo per brillato per le emozioni sul campo che hanno fornito le due squadre. Palermo meglio nel primo tempo, vistosamente calato nel secondo. Di Buttaro nel primo tempo il gol dei rosanero, dell’ex Tutino su calcio di rigore il pareggio silano nel secondo tempo.

Partita intensa ma bloccata per larghi tratti e priva di emozioni. Il Cosenza è ben chiuso nella sua metà campo, pronto a ripartire in velocità. Il Palermo, invece, fa di possesso palla e verticalizzazioni il suo mantra. Il primo sussulto arriva al 24°, quando il Cosenza colpisce un palo su calcio di punizione battuto da Calò. La risposta rosanero è una mezza girata in area di Di Francesco sugli sviluppi di corner, ma la palla finisce abbondantemente alta dalla porta difesa dall’ex rosanero Micai. Ancora Cosenza in avanti con un tiro di Praszelik deviato in corner da Diakitè al 28°. Palermo vicinissimo al gol al minuto 34° con Mancuso che quasi da dentro l’area piccola colpisce la traversa su assist dalla sinistra di Di Francesco. È proprio il Palermo, però, a passare: 44° corsa a tutta fascia di Lund che, servito da Di Francesco, mette un cross sfruttato dalla parte opposta da Buttaro. Micai battuto, Palermo in vantaggio. Un minuto di recupero decretato dall’arbitro Marinelli e tutti negli spogliatoi.

La seconda frazione ricomincia senza variazioni nei ventidue che tornano in campo. È il Palermo a fare la partita, cercando di far valere la maggiore qualità tecnica dei suoi undici. Primo cambio del match al minuto 55: a cambiare è il Cosenza di Viali che inserisce Crespi in luogo di Praszelik. Calcio di rigore per il Cosenza al 60°: palla filtrante in area per Tutino che viene toccato da Ceccaroni e finisce per terra. Marinelli non ha dubbi e decreta il penalty che proprio l’ex rosanero sigla battendo Pigliacelli e riportando il match in parità. Subito cambi in casa Palermo: dentro Soleri e Coulibaly, fuori Mancuso e Henderson. Brividi sulla schiena dei rosanero al 65° su una conclusione di Canotto in diagonale dalla destra. Palermo vicino al gollonzo al 70° dopo che un rinvio di Meroni carambola sui piedi di Soleri terminando la sua corsa di poco alto sulla traversa. Altri cambi al 72° per i padroni di casa: entrano Mazzocchi e Voca, escono per Canotto e Antonucci. Tre minuti dopo, invece, saranno Segre e Aurelio per Brunori e Lund le contromosse di Mignani. Ultimi slot per Viali che sostituisce Zuccon e Tutino con Florenzi e Forte. Nient’altro da raccontare e fischio finale di Marinelli dopo cinque minuti di recupero. Per Mignani, due pareggi in due partite sulla panchina rosanero

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI