teensexonline.com
domenica, 14 Luglio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Il colpo di genio: tre nuove caselle email per combattere la povertà

L'opinioneIl colpo di genio: tre nuove caselle email per combattere la povertà

Siglato un accordo tra Regione Siciliana, Assessorato Politiche Socio Sanitarie del Comune di Palermo, la Direzione Provinciale Inps ed il centro per l’impiego: per comunicare meglio tra loro e fare rete saranno attivate tre caselle Email

In un mondo dove l’innovazione tecnologica avanza a ritmi vertiginosi, Palermo ha deciso di fare un passo audace nel futuro, sfruttando una tecnologia rivoluzionaria per affrontare problemi socio-economici: le email. Sì, avete letto bene. Tre nuove caselle email interne per affrontare la questione del Reddito di Cittadinanza. Perché chi ha bisogno di software complessi, piattaforme integrate e soluzioni avanzate quando si ha… l’email?

Gli uffici coinvolti potranno finalmente “celermente comunicare tra loro”, come se prima di questo geniale accordo, fossero separati da mari e monti e comunicassero attraverso messaggi in bottiglia. Ah, l’efficienza del XXI secolo! E non dimentichiamoci della rivoluzione per i cittadini, che “eviterà di far girare per i diversi uffici” – perché niente è più rassicurante di sapere che il tuo futuro economico dipende da un clic su ‘Invia’.

E aspettate un attimo, non finisce qui! La nota ci assicura che “condividere e fare rete tra enti è sempre testimonianza di buona amministrazione”. Ci si potrebbe chiedere se in passato questi enti abitassero in universi paralleli e avessero appena scoperto l’interazione umana.

Alla fine, non possiamo che complimentarci con l’Assessore Pennino e con tutti gli altri per questa svolta futuristica. Tre email. E chi l’avrebbe mai detto? In un mondo di intelligenza artificiale, realtà virtuale e reti neurali, Palermo ci ricorda che la semplicità, a volte, può essere la chiave. O forse, solo forse, potremmo riflettere un po’ di più prima di festeggiare soluzioni apparentemente banali per problemi così complessi.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI