lunedì, 20 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Flamengo, cinema e cultura: la Spagna a Palermo dell’Instituto Cervantes

Eventi e CulturaFlamengo, cinema e cultura: la Spagna a Palermo dell'Instituto Cervantes

La settimana che sta per finire sarà dedicata alla danza, in particolare al Flamengo

Dal Flamengo all’horror argentino, dai laboratori di matematica alla magia: tutto questo, insieme a spettacoli, conferenze, mostre, rassegne, e i corsi di lingua spagnolo, è l’attività dell’Instituto Cervantes di Palermo che da luglio a dicembre 2023 sta proponendo in città un nuovo e vasto programma culturale.

L’istituto, situato nel cuore della Vucciria, precisamente in via Argenteria Nuova, 33-35, si trova all’interno della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani, costruita nel XVII secolo. Quello che sta per concludersi sarà il weekend dedicato alla danza: “Saremo presenti dal 26 al 28 ottobre al teatro Libero con una compagnia spagnola chiama la Phármaco – spiega a QdP il direttore dell’Instituto Cervantes di Palermo Juan Carlos Reche Cala – che fa uno spettacolo ispirato al Flamengo dal titolo Tonà. Una danza che introduce lo spettatore in un’esperienza poetica che esplora la fugacità, la morte e la memoria. Ai cantieri culturali, nell’ambito del Festival Dissidanza, il 28 ottobre ci sarà Barbecho Urbano, uno spettacolo di danza della compagnia Natxo Montero Danza, coreografo e danzatore, che insieme a Laia Cabrera, biologa e attrice, utilizza la terra come metafora dell’attesa e del passaggio a un nuovo ciclo. La terra incolta è quindi riposo, necessità di cambiamento e di aria fresca per affrontare nuovamente la quotidianità”.

Ma l’attività culturale portata avanti dall’Istituto di formazione spagnolo comprende anche il cinema, con mostre e rappresentazioni in lingua originale e sottotitolate in italiano: “Avremo altre due rassegne – precisa il direttore -. La prima dal 6 al 9 novembre, nella sede dell’Istituto Cervantes alla Vucciria, sul cinema horror argentino contemporaneo, a cura della ricercatrice ed esperta Valeria Arévalos. Mentre al Rouge et noir, dal 20 al 24 novembre, con ingresso libero, si potrà partecipare ad una mostra del cinema Iberoamericano, chiamata Scoprir. Trasmetteremo 10 film in prima visione in Italia, in lingua originale spagnola sottotitolata in italiano”.

In programma anche la mostra dal titolo Bisiluro, con opere realizzate dall’artista spagnolo, Miki Leal, workshop per i più piccoli, uno spettacolo al teatro internazionale dei burattini Antonio Pasqualino dal titolo “A dos manos” e il concerto di Natale, il 14 dicembre, dell’artista spagnolo Enrique Del Castillo che suonerà un particolare strumento chiamato umbrafono. Per visionare tutto il programma della manifestazione CLICCA QUI.

L’Instituto Cervantes è un centro culturale creato dallo Stato spagnolo per diffondere sia la lingua spagnola sia le culture iberoamericane. “Siamo presenti in tutto il mondo in 87 centri – prosegue Juan Carlos Reche Cala -. In Italia siamo a Roma, Milano, Napoli e Palermo. Praticamente ci occupiamo di tre cose: corsi di lingua spagnola, amministrazione delle certificazioni linguistiche, quindi gli esami ufficiali di spagnolo e, infine, di attività culturali. Facciamo un’attività culturale molto ampia, sia nella nostra sede della Vucciria, in via Argenteria, sia nei principali festival di Palermo e della Sicilia. Le scuole che lo desiderano – conclude il direttore – possono contattarci per i nostri workshop che si tengono all’interno della nostra sede, ovvero all’interno della chiesa sconsacrata Santa Eulalia dei Catalani”.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL DEPLIANT DEI CORSI DELL’INSTITUTO CERVANTES DI PALERMO

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI