teensexonline.com
venerdì, 12 Luglio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

A Palermo un corso per cocchieri ed è polemica. Rizzi: “Non siamo su scherzi a parte”

PoliticaA Palermo un corso per cocchieri ed è polemica. Rizzi: "Non siamo su scherzi a parte"

Ad organizzarlo è l'assessorato al Benessere animale in collaborazione con l'Asp di Palermo

Domani alle ore 18, presso i locali del cinema Deseta, ai cantieri culturali della Zisa, partirà il primo corso di formazione per cocchieri sulla gestione e benessere del cavallo da lavoro. Ad organizzarlo è l’assessorato al Benessere animale in collaborazione con l’Asp di Palermo.

“Un ulteriore passo avanti per la tutela del benessere animale – dichiara l’assessore Fabrizio Ferrandelli – e per prepararsi adeguatamente, in osservanza all’ordinanza emessa, ad affrontare la stagione estiva in questa sessione dedicata ai conduttori dei veicoli a trazione animale”.

Nei giorni scorsi, il Comune di Palermo ha emanato un’ordinanza sindacale in materia di tutela del benessere dei cavalli che dispone il divieto di circolazione dei veicoli a trazione animale in presenza di ondate di calore. Sono stati inoltre predisposti sei nuovi punti di fornitura idrica per i cavalli, che consentiranno attività di docciatura e spugnatura in corso Calatafimi, all’altezza di Porta Nuova, e nelle piazze della Vittoria, Bologni, Bellini, Marina e Verdi.

Sui social peró è polemica. Il noto animalista siciliano Enrico Rizzi ha scritto un post sul suo profilo facebook: “Il Comune di Palermo – scrive – emette ordinanza per tutelare i cavalli delle carrozze. Come lo fa? Con due ore di pausa a pranzo e solo se c’è l’allerta 3. Per il periodo restante, i cavalli possono crepare sotto il sole cocente. Come sempre. Per completare la buffonata – aggiunge Rizzi – si organizza il primo corso per educare i conduttori di cavalli che trainano le carrozze, a rispettare gli animali. No, non siamo su scherzi a parte – conclude l’animalista -. È tutto vero”.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI