sabato, 25 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Palermo, Corini vuole due giocatori per ruolo: si attendono gli ultimi colpi

CalcioPalermo, Corini vuole due giocatori per ruolo: si attendono gli ultimi colpi

Un vecchio ma sempre attuale proverbio recita: se son rose fioriranno. Tanti rumors per trattative vere o fantasiose si sono succedute in questa lunga estate di calciomercato. Si era partiti con una sorta di mini rivoluzione in l’ingresso in rosa di alcuni calciatori di sicuro appeal. La fase di stasi conseguente ad una verifica della reale forza della squadra ha innescato in una buona parte di tifoseria la sensazione che la società abbia adottato un metodo attendista. Cosa che in parte può essere vera, ma non certamente per aspettare i cosiddetti affari low cost ma, più realisticamente, per verificare sul campo cosa è necessario per completare l’organico. E che questa rosa sia lacunosa in alcuni ruoli è apparso evidente a tutti. Eugenio Corini, che sa di non avere più attenuanti, vuole due giocatori per ruolo e soprattutto vuole giocatori che sappiano adattarsi a diversi moduli. I nomi si sono rincorsi durante tutto il precampionato e finalmente qualcosa si sta concretizzando dalle parti di viale del fante.

Lo scozzese Henderson è il classico centrocampista capace di impostare la manovra e di interdire quella avversaria, sulla carta un gran bel colpo. Ma proprio il centrocampo è il reparto che necessita di qualche ulteriore ritocco. Damiani in uscita, non è mai stata una prima scelta del tecnico bresciano, libera un posto che potrebbe essere occupato da uno tra Bisoli, alquanto difficile ma mai dire mai, Jagiello o l’italo brasiliano Vignato. Capitolo a parte per Di Francesco, se davvero l’esterno arriverà a Palermo garantirà un salto di qualità in attacco. Per questa operazione però aspettiamo almeno fino a domani per averne certezza.

Dove invece pare che la società non voglia intervenire è il reparto difensivo. Certo, Lucioni e Ceccaroni sono un muro quasi invalicabile per gli avanti avversari ma che succederà quando uno o tutti e due saranno costretti a saltare qualche partita? I difensori dello scorso anno, più volte sul banco degli imputati sono diventati improvvisamente fenomeni? Qualcosa anche qui e dalle parti di destra della retroguardia a nostro avviso andrebbe fatta. C’è un’ultima settimana ed una gara di campionato infrasettimanale per tirare le somme. Il campionato, seppur alle battute iniziali, non aspetta, e qualche indicazione su un paio di squadre già complete la sta dando. All’ombra del Monte Pellegrino qualche fiore nei prossimi giorni dovrà sbocciare, vedremo se saranno petali colorati o solo erba buona da falciare a gennaio.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI