domenica, 19 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Omicidio di via Roma: dolore al Policlinico, il corpo di Samir torna in Algeria

CronacaOmicidio di via Roma: dolore al Policlinico, il corpo di Samir torna in Algeria

Commozione durante la chiusura della bara per il dolore dei familiari e per le urla strazianti della madre e della sorella

Badr Boudjemai, conosciuto da tutti come Samir, torna nella sua Algeria. Il corpo del 41enne è stato riconsegnato ai suoi familiari e dopo le preghiere della comunità algerina di Palermo sarà trasferito e sepolto nel suo Paese. Commozione durante la chiusura della bara per il dolore dei familiari e per le urla strazianti della madre, della sorella e della moglie.

Poi compostezza e preghiera di amici e conoscenti davanti alla camera mortuaria del Policlinico di Palermo. Tanti i connazionali e gli amici italiani che si sono radunati per un abbraccio, l’ultimo, al 41enne, ucciso nella notte tra il 3 e il 4 novembre in via Roma con tre colpi di pistola sparati, a quanto sembra, dal tunisino 32enne Alì El Abed Baguera che lavorava in un ristorante concorrente a quello in cui era dipendente Samir.

Oggi si rinnova il dolore per l’ultimo abbraccio. Il 41enne è stato lavato e avvolto in un lenzuolo bianco, come prevede la sua religione. Poi l’Imam Boulaalam Abderrahmane ha pregato sulla sua bara circondata da tutti i suoi amici. La cassa con Samir è poi stata portata in spalla e caricata su un’auto che porterà i suoi resti in Algeria, lontano da quella Palermo che gli aveva permesso un lavoro e una famiglia ma in cui ha lasciato inaspettatamente e prematuramente la vita.

IL VIDEO DELL’ULTIMO SALUTO A SAMIR

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI