domenica, 19 Maggio 2024

Testata telematica registrata al Tribunale di Palermo n. 07/2024
Editore: Associazione 100Media - Direttore responsabile: Michele Sardo

Mafia, legami e reati tra Palermo e New York: 17 arresti

CronacaMafia, legami e reati tra Palermo e New York: 17 arresti

Le accuse sono quelle di associazione mafiosa, estorsione, turbativa d’asta, incendio doloso aggravato dal metodo mafioso e cospirazione

I rapporti tra la mafia siciliana e quella americana sono ancora vivi. Lo dimostra l’operazione della polizia di stamani, in collaborazione con l’Fbi, effettuata con la supervisione della Direzione distrettuale antimafia, che ha portato all’arresto di sette persone coinvolte in un’indagine per associazione mafiosa, turbativa d’asta e “pizzo”.

Ad essere nuovamente al centro di un’inchiesta, dopo l’operazione “Pizza connection” di Giovanni Falcone, è la famiglia mafiosa dei Gambino. Questi affiliati americani mantengono legami commerciali con la mafia siciliana, in particolare con boss dei clan di Torretta, Partinico e Borgetto. L’indagine, coordinata dalla Dda di Palermo e condotta in stretta collaborazione tra le forze dell’ordine italiane e americane, ha rivelato il persistente legame tra le due organizzazioni criminali.

Le persone arrestate in Italia sono Francesco Rappa (81 anni, nato a Palermo), Giacomo Palazzolo (77 anni, nato a Balestrate), Giovan Battista Badalamenti (69 anni, nato a Torretta), Salvatore Prestigiacomo (50 anni, nato a Palermo), Isacco Urso (40 anni, nato a Verbania), Salvatore Prestigiacomo (54 anni, nato a Palermo) e Maria Caruso (39 anni, nata a Palermo).

L’operazione ha visto la collaborazione degli investigatori del Servizio centrale operativo e della squadra mobile di Palermo, con il supporto del Reparto prevenzione crimine, delle unità cinofile e del Reparto volo. Inoltre, le Unità operative di primo intervento (Uopi) sono state coinvolte nell’operazione.

Contemporaneamente agli arresti di Palermo, negli Stati Uniti, le autorità federali hanno eseguito 10 misure restrittive nei confronti di individui sospettati di reati simili, sebbene i loro nomi non siano stati resi noti.

Guarda altri contenuti

Check out other tags:

I PIÙ LETTI